IL MIO SEGRETO PER NON SOCCOMBERE ALLA PIGRIZIA

La pigrizia. Eccola. Anche quest’anno si è presentata puntuale. Quella gran voglia di non fare niente e aspettare che passino i giorni, le feste di Natale,  l’inverno, in attesa della desiderata primavera.

 

Ma non soccombere alla pigrizia si può.

E’ qualche anno che, per evitare che il clima infelice e le giornate cortissime prendano il sopravvento sul mio umore, organizzo i miei interessi in modo da continuare a coltivarli anche in inverno.

 

Il mio itinerario sulle tracce di Matilde di Canossa ad esempio si svolge sì in moto, e quindi più agevolmente con temperature miti, ma richiede anche una parte di approfondimenti storici che ben si prestano ai pomeriggi casalinghi.

 

Ricercare i luoghi, studiare le strade e documentarsi sulle vicende della Contessa si è rivelato, per me che non sono mai stata una studiosa della storia, molto divertente. Ho trovato piacere nello scovare sempre nuove fonti e immergermi in quel periodo, così lontano, ma estremamente affascinante.

Trascrivere frasi emblematiche lette sui testi, salvare su Google i luoghi importanti o le strade più panoramiche, fare un sopralluogo in macchina in attesa di tornarci su due ruote. Tutto questo mi sta arricchendo, e all’arrivo della prossima stagione arriverò organizzata e ottimizzerò i tempi.

Durante tutto l’anno poi tendo a memorizzare sempre gli eventi, le mostre o i musei che mi piacerebbe visitare, e trovo sempre ottime occasioni per passare dei pomeriggi piacevoli approfittando anche per fare qualche foto interessante.

Ecco, fotografare è una delle cose che mi diverte di più. E lo si può fare in tutte le stagioni.

E’ quando torno a casa col bottino la parte che preferisco. Il momento in cui guardo le foto sul PC suscita in me sempre un po’ di ansia mista a stupore, mi ricorda la suspense di quando si andavano a ritirare le stampe dal fotografo. Tutte le volte è una piccola emozione.

Scrivere poi dei posti che ho visitato, guardare gli scatti per scegliere quali inserire nel testo, e condividere la mia esperienza, mi rende felice. Mi diverte.

Divertirmi, ecco il segreto. Coltivare le mie passioni divertendomi. Credo non ci sia nulla di meglio.

Author: nadiagiammarco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.